CORSO DI FORMAZIONE DI PROPEDEUTICA DELLA DANZA

PREMESSA E OPPORTUNITÀ

L’inserimento delle danze coreutiche nell’ambito delle Danze Sportive del CONI consente a chi del settore opera nelle associazioni sportive (Tecnici, Maestri di Danza e di Ballo, Coreografi, ecc.) l’opportunità di conseguire una legale abilitazione all’insegnamento. È obbligatorio per gli Istruttori, Tecnici, Allenatori e Maestri operanti presso strutture e impianti sportivi essere in possesso del Tesserino di “Tecnico” aggiornato per l’anno in corso rilasciato da una Federazione Nazionale riconosciuta dal CONI o da un Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI, quale M.S.P.ITALIA.

Il Tesserino Tecnico oltre ad attestare la legittimità a ricevere compensi fino all’importo di € 7.500 (legge 342/2000, art. 37 (dpr 22/12/86 n. 917 art. 81 comma 1 lettera m art. 83 comma 2. – Art. 67, comma 1, lett. m) del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 così come integrato dal D.Lgs. 344/2003) consente anche di evitare pericolose conseguenze legali e civili a eventuali incidenti in cui potrebbero incorrere le persone di cui si è responsabile durante lo svolgimento delle attività (Possibilità di stipulare polizze R.C.T. in convenzione)

Il nostro percorso formativo fornirà inoltre le competenze gestionali, oggi necessarie e indispensabili, per realizzare al meglio la Vostra passione e la Vostra attività.

 

Argomenti:

La danza classica è una scuola di assoluto rigore e una disciplina che non tutti i fisici possono interpretare nel modo più appropriato. 
Per questo, pur essendo destinato a tutti lo studio di questa rigorosa disciplina, non sono molti coloro che possono sentirsi davvero realizzati nell’eseguire esercizi che richiedono anni di preparazione per dare risultati visibili e apprezzabili.
Se è vero dunque che diventare un buon ballerino classico è cosa davvero complessa… E’ altrettanto vero che lo studio della danza classica costituisce una base imprescindibile per tutti gli altri stili di ballo.

Il balletto classico, per come lo conosciamo, si definisce con due segni particolarmente caratteriali:


• Innanzitutto con la scarpa a punta che, nella sua versione avanzata, permette alle ballerine di ottenere grande agilità e movimenti più rapidi.
• Poi con l’evolversi della musica che, con la produzione ottocentesca, influenza e condiziona il mondo del balletto.


Il balletto classico nasce dall’unione del libretto (ovvero la storia che si svolge sul palco) e della coreografia che lo accompagna.
La condivisione della struttura coreografica con i musicisti consente di creare lo schema del balletto per come lo conosciamo. 
La maggior parte dei balletti si compone di quattro parti principali:


1. adagio
2. variazione femminile 
3. variazione maschile 
4. grande allegro


così che tutti i soggetti coinvolti siano in grado di mostrare veramente il loro talento.
Il balletto classico in genere si concentra sulla ballerina con l'esclusione di quasi tutto il resto focalizzando l’attenzione sul lavoro sulle punte e sulla tecnica. Da un lato dunque una tecnica specifica, rigorosa, che plasma il fisico, dall’altra un’ispirazione molto soggettiva che carica di spontaneità il movimento.

Lo studio della danza classica vera e propria è consigliato dagli 8 anni d’età.
Dai 4 agli 8 anni i bambini possono seguire un corso che predisponga il corpo alla tecnica accademica con una preparazione specifica che viene detta “propedeutica”. E' con la ginnastica propedeutica che si educa il bambino al movimento senza forzarlo in posizioni rigide assolutamente sconsigliate a una fase di crescita così delicata.

Destinatari:

 

Previa presentazione del Curriculum Vitae: Insegnanti di danza, ballerini e o esperti del movimento o che operano nel settore, insegnanti di scuola, docenti di educazione fisica, laureati e/o laureandi di Scienze Motorie.

 

Requisiti:

 

  • Essere socio M.S.P. ITALIA per l’anno in corso

  • Qualifica M.S.P. ITALIA (O altro Ente riconosciuto dal CONI) in altre discipline della danza, in alternativa comprovata esperienza nell’insegnamento delle danze coreutiche (Inviare Curriculum)

  • Maggiore età

  • Predisposizione all’insegnamento

Titolo rilasciato:

 

Il corso prevede il rilascio del diploma di qualifica Nazionale M.S.P. ITALIA, Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI. Il diploma viene rilasciato in seguito al superamento dell’esame finale. È consentita l’assenza per un massimo di 4 ore. Insieme al diploma, è previsto anche il rilascio del tesserino tecnico e l’iscrizione all’Albo Nazionale dei Tecnici M.S.P. ITALIA per l’anno in corso.

 

 

Struttura del corso:

 

Il corso si articolerà in tre weekend formativi mensili (sabato otto ore e domenica quattro), più uno per eventuale recupero, ed è composto di lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche; le ore di tirocinio saranno concordate con il responsabile organizzativo in base alle esigenze. Al termine gli allievi affronteranno un esame teorico/pratico al fine di verificare le nozioni appresi e rilasciare la relativa certificazione. Lo staff dei docenti, alternandosi, svilupperà il programma da punti di vista differenti in modo da arricchire il più possibile le competenze degli allievi.

 

Sedi: Benevento, Avellino, Caserta, Napoli e Salerno, in base al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti e in base alla provenienza della maggioranza degli stessi.

Per informazioni sul programma e modalità di partecipazione scrivi a circuitosportnapoli@gmail.com o chiama il 08118752458 / 3351740110